Workshop Chirotteri nelle grotte lombarde: com’è andata…

Si è tenuto nel weekend del 4-6 settembre a Cunardo (VA) un workshop sui chirotteri nelle grotte lombarde, organizzato dal Gruppo Speleologico CAI Varese, dalla FSLo e dall’ Università dell’Insubria, con il patrocinio del CAI e SSI.

A seguire un resoconto del corso da parte di Paola Tognini (GGM e responsabile della Commissione Scientifica FSLo):

“Finora i workshop della FSLo sono stati tutti belli e interessanti, e nessuno è mai risultato deludente, ma… devo dire che questo ha decisamente superato ogni aspettativa!!
Grazie all’intervento di docenti dell’Università dell’Insubria di Varese (Adriano Martinoli, Damiano Preatoni, Martina Spada) dove esiste un gruppo di ricerca sui chirotteri, gli argomenti sono stati presentati con altissimi contenuti scientifici, ma, nello stesso tempo, in modo simpatico e accattivante. Abbiamo avuto modo di partecipare, venerdi sera, a una serata di monitoraggio dei pipistrelli, all’ingresso della grotta Marelli, dove abbiamo visto, dal vivo, come vengono catturati (a scopo di studio, in modo innocuo e indolore, ovviamente!) con reti sottili, come vengono poi classificati, misurati, pesati, osservati e, infine, un po’ stanchi, ma incolumi, di nuovo liberati: è stato interessantissimo vederli così da vicino, con i tre (bravissimi!) docenti che ci mostravano le caratteristiche salienti di ogni specie (ne abbiamo viste ben 4 diverse), come riconoscerne il sesso, valutarne la classe di età, lo stato di salute, ed è stato poi incredibilmente emozionante tenerli sulla nostra mano per restituire loro la libertà!

Chirotteri4

Abbiamo anche potuto osservare i diversi comportamenti, con pipistrelli che si rannicchiavano come piccoli batuffoli tremanti, altri che fingevano di essere morti stecchiti nella speranza di essere lasciati in pace, altri, invece, che combattevano come piccoli draghetti inferociti, mostrando i dentini, con un coraggio davvero da leoni, considerando che la maggior parte di loro pesa circa 4 grammi e non è più lunga del nostro pollice!!

I sacchetti che contengono i pipistrelli catturati in attesa di essere determinati, pesati e misurati

I sacchetti che contengono i pipistrelli catturati in attesa di essere determinati, pesati e misurati

Tra i 43 esemplari catturati e schedati, uno, in particolare, è stato la star della serata: un Myotis bechsteinii inanellato proprio sul Campo dei Fiori 19 anni fa!!

Vespertilio di Bechstein inanellato 20 anni fa

Vespertilio di Bechstein inanellato 19 anni fa

Il giorno dopo l’entomologo e biospeleolo Danilo Baratelli ci ha portati a spasso per l’Orrido di Cunardo per mostrarci, in modo brioso e simpaticissimo, i diversi ambienti e i diversi habitat ipogei e i metodi di studio della fauna sotterranea.
Poi lezioni in aula, tra cui una, molto insolita e interessantissima, tenuta da Maria Alessandra de Marco dell’ISPRA) sul ruolo dei pipistrelli come possibili serbatoi di virus potenzialmente patogeni per l’uomo, che ci ha anche coinvolti in un progetto di ricerca di anticorpi di coronavirus tra gli speleologi e chi opera con i chirotteri, per verificare la possibilità che questi virus siano appunto veicolati all’uomo dai pipistrelli (questo ha richiesto un prelievo di sangue, ma, dato che erano alle 7 di mattina, eravamo ancora tutti mezzi addormentati, e nessuno ne ha sofferto, anche perchè siamo stati subito rifocillati da un’abbondante colazione!).

Chirotteri3
Poi, alla sera, nuova caccia ai pipistrelli, questa volta con i bat detector: abbiamo così scoperto come ogni specie abbia un ben preciso segnale ultrasonico, che, con l’aiuto di sofisticati software, permette di riconoscere le diverse specie, l’ambiente di caccia in cui abitualmente si procurano il cibo, e di come i segnali cambiano a seconda che il pipistrello stia esplorando l’ambiente che lo circonda, con una serie di segnali regolari, o abbia individuato una possibile preda.

E' il momento del bat detector

E’ il momento del bat detector

Tutto questo in un posto molto bello e accogliente e…. accompagnato da pranzi, cene, pre-cene, grigliate davvero pantagrueliche!!! Gli amici del GSV ci hanno veramente viziati e coccolati in ogni modo!!!
Il workshop avrà sicuramente delle “conseguenze”: sono in progetto, infatti, una collaborazione con l’Università dell’Insubria per far avere le nostre segnalazioni sulla presenza di pipistrelli nelle grotte lombarde, e la creazione di un gruppo di lavoro sui chirotteri all’interno della CS.
Uno dei primi passi sarà quello di produrre un piccolo “decalogo” di comportamento che dia a noi speleologi alcuni consigli su come comportarci nel caso di grotte utilizzate dai nostri piccoli amici alati: questo workshop ci ha infatti mostrato come siano preziosi per l’ecosistema e per l’ambiente, ma come siano anche fragili e molto vulnerabili e come anche noi speleo, che pure li amiamo e li mettiamo in tutti i nostri logo, sulle nostre magliette, e facciamo biscotti con la loro forma, in realtà li conosciamo molto poco e a volte rischiamo, se pure in modo inconsapevole e involontario, di fare grossi danni con la nostra presenza, in certi momenti molto delicati, come il letargo e la nascita dei piccoli”.

Si ringraziano i membri del GSV per l’impegno nell’organizzazione del Workshop, i docenti dell’Università dell’Insubria e tutti i partecipanti!

I docenti:

Danilo Baratelli, Entomologo e Biospeleologo
Maria Alessandra de Marco, ISPRA
Adriano Martinoli, Università dell’Insubria, Varese
Martina Spada, Università dell’Insubria, Varese
Damiano Preatoni, Università dell’Insubria, Varese

Gli speleocorsisti:

Luana Aimar, Speleo Club Erba
Eleonora Bettini,Gruppo Grotte US Calenzano
Alessandro Borghesano, Gruppo Speleologico Mantovano
Luca Camerin, Gruppo Grotte Saronno
Claudia Canedoli, Gruppo Grotte Milano CAI-SEM
Mirco Cappelli, Gruppo Grotte Saronno
Cristina Ciapparellli
Andrea Ferrario, Gruppo Grotte Saronno
Massimiliano Gelmini, Speleo Club Orobico
Mauro Inglese, Gruppo Grotte Milano CAI-SEM
Gianni Ledda
Giuseppe Ottaviano, Gruppo Grotte Saronno
Antonio Premazzi, Speleo Club Erba
Mauro Rotolo, Guardia Ecologica Volontaria
Roberto Sala, Speleo Club Erba
Paola Tognini, Gruppo Grotte Milano CAI-SEM
Margherita Uboldi, Gruppo Grotte Saronno
Marco Venegoni, Gruppo Grotte Gallarate
Aldo Zamignan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...