Alla scoperta della Grigna sotterranea con Leonardo

Far conoscere le grotte della Grigna a chi non è speleologo è una sfida faticosa. Le grotte sono impegnative, tecniche e richiedono spesso ore di cammino per arrivarci, insomma non rispecchiano lo standard delle grotte che tutti si possono immaginare. Eppure sono un patrimonio importantissimo per il territorio e tra le più note nel contesto speleologico nazionale. Ma come fare per divulgare al cittadino comune, al normale escursionista, la ricchezza delle profondità della Grigna?

Una soluzione è stata proposta alla Federazione Speleologica Lombarda dal Museo delle Grigne, proponendoci di collaborare per creare un allestimento dedicato alle grotte all’interno del museo, che si trova nel cuore del paese di Esino Lario, comune da cui molti escursionisti transitano per raggiungere i sentieri alti del Grignone.

Accettiamo la sfida e nei primi mesi del 2018 stipuliamo un accordo con il museo per fornire dati, testi e immagini per creare il primo allestimento speleologico dedicato alle grotte della Grigna, con un’impostazione grafica moderna ed accattivante. L’allestimento è già visitabile nella stagione del 2018.

Quasi terminato l’allestimento, esce un bando di Regione Lombardia che concede contributi per incrementare gli allestimenti museali della regione. Uno dei criteri per partecipare è creare un collegamento con Leonardo da Vinci, dato che nel 2019 ricorrerà il cinquecentenario dalla sua morte. Grotte, museo, Leonardo Da Vinci: ci sono tutti gli ingredienti per fare un progetto sulla storia della Grigna raccontata con tecnologie modernissime.

Così nasce il progetto “Alla scoperta della Grigna sotterranea con Leonardo”, a cui partecipano il Museo delle Grigne / Comune di Esino Lario, Federazione Speleologica Lombarda e Parco della Grigna Settentrionale.

Il progetto viene finanziato e in questo periodo un team di esperti informatici, fotografi, naturalisti e geologi sta realizzando prodotti per divulgare la storia della Grigna e le sue grotte, sviluppando software dedicati e consultabili mediante monitor touch screen, tour virtuale a 360° della storica Grotta del Cainallo e un applicativo 3D in Realtà Aumentata. Tutti strumenti che saranno disponibili nel prossimo anno nel Museo e rendono più accessibili conoscenze e informazioni al grande pubblico e che spesso si trovano solo tra pubblicazioni e notiziari speleologici di settore. Ovviamente il tutto sarà collegato con l’accompagnamento virtuale di Leonardo da Vinci, che tra le innumerevoli cose che ha fatto, non ha mancato di visitare e di documentare alcune grotte della Grigna.

Grotta del CainalloGrotta del CainalloGrotta del Cainallo

Documentazione fotografica per la realizzazione del virtual tour della Grotta del Cainallo, con la collaborazione di Piero Annoni, autore del virtual tour della grotta 5 in Condotta e premiato dalla SSI (Foto di A. Ferrario)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...