Cancelli a misura di pipistrello

In alcune grotte talvolta è necessario montare cancelli sugli ingressi, per motivi di sicurezza o per tutelare ambienti particolarmente delicati. L’apposizione di un cancello deve poter garantire il passaggio di fluidi (acqua e aria) e della fauna selvatica. Troppo spesso invece ci si dimentica di poter garantire il passaggio della fauna, in particolare dei pipistrelli, che richiedono la presenza di sbarre disposte orizzontalmente e con uno spazio minimo tra di esse.

Il progetto SOS.CHIRO (Sostituzione cancelli per la Chirotterofauna), realizzato dal Parco Regionale Campo dei Fiori, ha permesso di sostituire alcuni cancelli presenti storicamente all’ingresso di alcune cavità e che risultavano non adatti al passaggio dei Chirotteri. L’intervento è consistito nella loro sostituzione con nuovi cancelli adeguati alle necessità della fauna. Ci si augura che questo tipo di intervento possa essere un esempio di buona pratica per altre situazioni simili.

Il progetto è stato realizzato nell’ambito del progetto Life 14 IPE IT 018Gestire2020 – Nature Integrated Management to 2020 con il contributo dello strumento finanziario LIFE+ della Commissione Europea e di Regione Lombardia. La Federazione Speleologica Lombarda ha collaborato fornendo dati e indicazioni sulle grotte dove intervenire, tra cui: Grotta di Cima Paradiso, Grotta XXV Aprile, Bus del Remeron e Grotta Totò il Magnifico.

Di seguito alcune foto dei cancelli sostituiti.

Grotta di Cima Paradiso – Foto A. Ferrario
Grotta XXV Aprile – Foto A. Ferrario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...